Psicologia-Csm-1.png

La psicoterapia cognitivo comportamentale è un approccio terapeutico finalizzato a promuovere un cambiamento positivo nelle persone, per alleviare alcune forme di sofferenza emotiva e per affrontare numerosi problemi di carattere psicologico, sociale o comportamentale. Gli psicoterapeuti ad indirizzo cognitivo identificano e trattano le difficoltà personali che emergono dai pensieri disfunzionali degli individui. Questo tipo di terapia è particolarmente indicato per affrontare problematiche quali l'ansia, la depressione, le fobie, i problemi di aggressività, i sensi di colpa, i problemi di bassa autostima, disturbi del sonno e il disturbo di stress post traumatico.

La psicoterapia cognitivo comportamentale è uno dei più importanti orientamenti psicoterapeutici e rappresenta un paradigma terapeutico che deriva dai modelli cognitivi e comportamentali della mente e del comportamento umano.

La terapia comportamentale costituisce storicamente il primo approccio del filone cognitivo comportamentale; si basa sull'applicazione clinica di importanti teorie ed esperimenti scientifici sul comportamento umano. I primi approcci psicoterapeutici di matrice comportamentale non prestavano attenzione al ruolo dei processi cognitivi nello sviluppo e nel mantenimento della psicopatologia.

La terapia cognitiva si basa sull'applicazione clinica dell'attuale ricerca sperimentale sulla cognizione umana. La psicoterapia cognitivo comportamentale aggiorna i propri strumenti in base agli sviluppi della ricerca accademica in aree quali l'attenzione, la percezione, il ragionamento, il problem solving, i modelli decisionali.

La psicoterapia cognitivo comportamentale si basa dunque sulla ricerca scientifica nell'ambito del pensiero, del comportamento e delle emozioni.

Si fonda sull'alleanza terapeutica fra paziente e terapeuta. Si propone di identificare e comprendere i problemi del paziente, in termini di relazioni fra eventi, pensieri, emozioni, sensazioni fisiche e comportamenti.

L'approccio si focalizza principalmente sul qui ed ora; terapeuta e paziente cercano di costruire un modello condiviso del problema e delle possibili soluzioni; da tale definizione ne scaturisce un contratto terapeutico: un impegno ad intraprendere un percorso terapeutico, limitato nel tempo, e finalizzato al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

I risultati del percorso sono monitorati e valutati, le tattiche e le strategie sono aggiornate, ed anche gli obiettivi possono evolvere nel corso della terapia.

Durante la terapia il paziente viene educato ad utilizzare degli strumenti, delle tecniche e delle abilità che gli permettono di affrontare in maniera più efficace i problemi. La terapia promuove il cambiamento dei pensieri, dei comportamenti e delle emozioni disfunzionali ed enfatizza l'importanza di mettere in pratica - fra una seduta e l'altra - ciò che in seduta è stato appreso.

DOTT. SIMONE BORRECA

 

CHI SONO

SIMONE BORRECA

Sono un Psicologo Psicoterapeuta cognitivo comportamentale integrato specialista per lo sviluppo e l'adolescenza ed esercito la mia attività a Santa Marinella. Mi occupo dal 2015 di Valutazioni Neuropsicologiche e degli apprendimenti, Consulenza e Sostegno Psicologico, con particolare esperienza nelle tematiche relative a: difficoltà relazionali in ambito di coppia, familiare e lavorativo; gestione delle emozioni e alterazioni dell'umore (ansia e attacchi di panico, depressione, fobie); problematiche riguardanti la sfera corporea (disfunzioni sessuali, disturbi alimentari, somatizzazioni). 
Dopo la laurea in Psicologia ho collaborato come tirocinante presso il Centro di Salute Mentale della Asl RM/F, maturando un'esperienza clinica attraverso colloqui di accoglienza e sostegno psicologico agli utenti, colloqui individuale, riunioni di progettualità terapeutica e supervisione clinica. Successivamente alla specializzazione presso la scuola di psicoterapia CBT integrata  Humanitas di Roma, mi sono avviato nella psicoterapia individuale e alla tele-assistenza psicologica, per rispondere alle problematiche dell'emergenza sanitaria COVID19. Inoltre ho acquisito esperienze di docenza a contratto per i master ( Psicologia Pediatria e  I disturbi specifici del linguaggio e dell’apprendimento) presso il consorzio interuniversitario Humanitas Lumsa di Roma. Formato nella diagnosi clinica dell'autismo, tramite interventi per le persone in età infantile e adulta che richiedono specifica preparazione degli operatori nell'ambito della diagnosi clinica.
Mi sono a lungo interessato di promuovere la riappropriazione del senso di identità e la rielaborazione della relazione genitore-figlio. 
Svolgo l'attività  nel mio studio privato presso Santa Marinella, previo appuntamento.

ESPERIENZA FOMRATIVA
  • SPECIALISTA IN PSICOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE DELL'ETA' EVOLUTIVA E ADULTA

  • ​CORSO SULL'AUTISMO (ADOS, 2016)

  • LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA, LM/51 CON VOTAZIONE 110/110, NEL 2012

  • LAUREA MAGISTRALE IN PEDAGOGIA LM/87, NEL 2008

  • MASTER PER LE FUNZIONI DI MANAGEMENT

  • CORSO AVANZATO IN MANAGEMENT

SPECIALITA'
  • Adulti, Bambini e Adolescenti

  • Individuale e di Coppia

  • Difficoltà relazionali

  • Stress e trauma

  • Ansia

  • Depressione

  • Fobie

  • Disturbi Alimentari

  • Disturbi dell'umore

  • Valutazioni degli apprendimenti

  • Valutazione Neuropsicologiche

MISSIONE

Il modello di riferimento teorico che abbraccio considera l'individuo nella sua complessità come un soggetto che nasce e diviene attraverso le interazioni in cui è immerso. 
Siamo costantemente in interazione con l'altro: in famiglia, a lavoro, col partner e ciascun di noi si relaziona all'altro con delle modalità specifiche che ci rendono ciò che siamo. 
Tuttavia tali modalità, che ci appartengono da sempre e in cui facilmente ci riconosciamo, possono in alcuni casi diventare rigide, causando sofferenza e disagio. Un esempio potrebbe essere: provare sempre e soltanto rabbia quando si riceve una critica e di conseguenza reagire sempre in maniera aggressiva. 
La ripetitività e la rigidità sono fonte di sofferenza in quanto impediscono di intravedere `soluzioni` alternative più funzionali e utili al benessere psicofisico. 
Uno degli obiettivi del percorso terapeutico consiste nel riesaminare i significati soggettivi che sono alla base del nostro modo di essere, di come ci siamo strutturati: essere maggiormente in contatto con le proprie emozioni, imparare a riconoscere ciò che si prova ed esplorare il significato che lega emozioni e azioni consentono di ampliare la conoscenza che si ha di se stessi. 
E nel momento in cui si raggiunge nuova conoscenza su come si è diventa possibile il cambiamento, in quanto si fa esperienza di un nuovo modo di `andare verso l'altro`, di nuove modalità interattive.

I CONCETTI CHIAVE

La componente cognitiva nelle psicoterapie cognitivo comportamentali si riferisce al modo in cui le persone pensano ed attribuiscono significato alle situazioni, ai sintomi, agli eventi della loro vita e sviluppano credenze su di se, sugli altri, sul mondo. La terapia cognitiva utilizza delle tecniche finalizzate ad aiutare le persona a diventare più consapevoli del loro modo di ragionare e di alcuni pensieri automatici che affiorano alla mente e contribuiscono ad attribuire un significato alle cose.

Una delle tecniche degli psicoterapeuti cognitivisti è la ristrutturazione cognitiva. Il terapeuta mette in discussione i pensieri e le interpretazioni disfunzionali del cliente per stimolare l'assunzione di prospettive differenti. Questo metodo viene definito di scoperta guidata, e coinvolge l'esplorazione e l'osservazione dello stile di pensiero e ragionamento, e la possibilità di pensare in maniera differente e più utile.

Sulla base di queste alternative le persone sono invitate a fare degli esperimenti comportamentali per testare l'accuratezza di queste alternative e adottare nuovi modelli di percezione ed azione.

Il fine ultimo è di permettere al cliente di allontanarsi da uno stile di pensiero estremo e disfunzionale e di vedere le cose in maniera più equilibrata e funzionale.

Perché si chiama cognitivo-comportamentale?

La psicoterapia cognitivo-comportamentale combina due tipi di psicoterapia: la terapia cognitiva e la terapia comportamentale.

La terapia comportamentale è finalizzata ad interrompere le connessioni fra le situazioni problematiche e le reazioni abituali di una persona ad esse. Reazioni quali paura, depressione o rabbia, o comportamenti autolesionistici. È inoltre finalizzata a rilassare la mente ed il corpo, in modo che una persona si senta meglio, pensi in maniera più chiara e decida in maniera migliore.

La terapia cognitiva è finalizzata a far scoprire al cliente che molti sintomi sono causati da dei modelli di pensiero disfunzionali che danno una visione distorta della vita e che ci rendono ansiosi, depressi, arrabbiati e ci fanno assumere dei comportamenti sbagliati o disadattativi.

La terapia cognitiva e la terapia comportamentale, integrate, costituiscono degli strumenti potenti per migliorare la qualità della vita dei pazienti.

CONTATTI

 

L'incontro terapeutico fornisce un'occasione per entrare in contatto con le emozioni più profonde, consente di sciogliere i nodi che imbrigliano quella voce interna che fatica a farsi sentire e permette di attribuire un significato al disagio, dando un senso a ciò che si prova. 
Intraprendere un percorso psicologico è una scelta importante, capace di attivare speranze ma anche timori: in me troverai un professionista capace di ascoltare, accogliere, comprendere e rispettare `il momento di crisi` che stai attraversando, pronto a sollecitare, favorire e promuovere un più attento ascolto di te stesso. Insieme cercheremo di rimettere in movimento le risorse necessarie a rafforzare la tua capacità progettuale: ti aiuterò a ritrovare te stesso e diventare protagonista nel tuo percorso di sviluppo. Percorreremo strade inesplorate alla scoperta di una storia da rinarrare insieme, dando importanza al tuo personale modo di interagire e relazionarti in tutti gli aspetti della vita quotidiana: in famiglia, al lavoro, col partner. 
In questo viaggio in divenire verso nuovi orizzonti, alla scoperta di te stesso con occhi nuovi e più consapevoli io ti starò accanto.

I tuoi dati sono stati inviati con successo!

CELLULARE

3286258945

INDIRIZZO

VIA AURELIA 107A  00058

SANTA MARINELLA ( ROMA)

E-MAIL

P.IVA: 14580941004